News

Rifiuti, entro fine anno bisogna raggiugere il 45%

Genova. <Entro fine anno i comuni liguri devono arrivare al 45% di recupero dei materiali sulla raccolta differenziata e al 40% solo per Genova, viste le difficoltà riconosciute: primo passo per arrivare entro il 2020 al 65%, un obiettivo che  a livello di differenziata andava raggiunto nel 2012>. Sono le parole dell’assessore regionale al ciclo dei rifiuti, Giacomo Giampedrone, a margine della premiazione di Legambiente dei comuni più ricicloni nel 2015. <A situazioni di emergenza  si devono dare risposte straordinarie per far uscire la Liguria dal grave problema dei rifiuti in cui l’abbiamo trovata>, aggiunge l’assessore.

Nel commentare i dati presentati sui 32 comuni liguri che hanno superato la soglia del 65% di raccolta differenziata, Giampedrone li ha definiti <lungimiranti perché hanno iniziato un percorso quando ancora non esisteva la legge regionale che lo imponeva>. La regione ha ricordato che la legge parla chiaro, ed entro fine anno si deve garantire una percentuale di recupero almeno del 45% per sei tipologie di materiali: plastica alluminio vetro, legno, carta e organico. <Se l’obiettivo non sarà raggiunto verrà applicato un onere economico di 25 euro a tonnellata sul differenziale mancante rispetto all’obiettivo da reinvestirsi come incentivo alla crescita del sistema di raccolta differenziata>. Giampedrone ha inoltre inviato un ultimatum al comune di Genova la cui raccolta differenziata in un anno è cresciuta solo dello 0,8%: <Ancora sei mesi per inviare in Piemonte i rifiuti dell’area metropolitana, fino a giugno 2017,  e poi stop ad ogni accordo fuori regione. Dobbiamo ritornare autonomi, almeno su Genova, riaprendo Scarpino, con gli opportuni investimenti e realizzando impianti di trattamento dell’organico ed arrivare a fine anno all’obiettivo del 40% di raccolta differenziata. E se per questo ad AMIU servono soci privati va bene, da tempo dico che Genova non è un bell’esempio rispetto alla Liguria: il capoluogo ligure è cresciuto dello 0,8% di raccolta differenziata veramente troppo poco per arrivare al 40% che è l’obiettivo di qui a fine anno fissato per il capoluogo di regione>, specifica infine Giampedrone.

Torna su
error: Contenuto protetto!