News

Protezione civile, in arrivo cento pluviometri

Genova. Sono 92 i comuni liguri individuati dalla giunta regionale a cui verranno consegnati circa cento pluviometri per il monitoraggio delle zone a rischio idrogeologico. Un investimento del valore di trecento mila euro a favore degli enti locali che, comprende anche piani di formazione attraverso il gruppo di lavoro nazionale della Fondazione CIMA per aiutare le amministrazioni a difendersi al meglio dalle emergenze idrogeologiche. <La regione Liguria, insieme alla Fondazione ha deciso di dotare di pluviometri quei comuni che ne erano sprovvisti, con l’obiettivo di compiere un deciso passo avanti nel campo del monitoraggio territoriale e garantire una più efficace distribuzione strumentale sul territorio regionale>, spiega l’assessore alla protezione civile, Giacomo Giampedrone.

I comuni individuati dovranno occuparsi solo del montaggio del pluviometro, e in provincia di Genova sono: Avegno, Castiglione Chiavarese, Ceranesi, Coreglia Ligure, Crocefieschi, Fascia, Fontanigorda, Isola del Cantone, Leivi, Lumarzo, Moconesi, Moneglia, Recco, Ronco Scrivia, Rondanina, Tiglieto, Valbrevenna. <Non per caso l’iniziativa cade alla fine dell’estate in un momento in cui  il rischio idrologico aumenta e maggiore è la necessità del territorio di attrezzarsi.  A questo proposito, per sostenere i comuni che devono ancora predisporre i nuovi piani di emergenza, la regione, farà partire lunedì>, aggiuge Giampedrone, <un bando per invitare i 235 comuni liguri a partecipare, segnalando le loro esigenze. Sulla base delle richieste che arriveranno, selezioneremo i comuni più a rischio, che hanno la necessità di predisporre piani di emergenza, ma non hanno il personale tecnico, in modo da affiancarli nelle operazioni di monitoraggio del territorio>.

 

 

Premi per inserire un commento

Scrivi una Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su
error: Contenuto protetto!