Sports

Challenger, l’italiano Mager incanta ma non vince

Genova. In semifinale all’Aon Open Challenger approdano Nicolas Almagro (Ts numero 1), vincitore nell’edizione 2015, e Jerzi Janowicz quest’ultimo alla sua prima apparizione a Genova in un periodo non fortunato, dopo i fasti di tre anni fa quando arrivò in semifinale a Wimbledon e ai quarti agli Internazionali di Roma. Poi “Jurek” si è smarrito ed il suo carattere bizzoso non lo sta aiutando a ritrovare la strada del successo. Però, ieri, sera ha staccato il biglietto per la semifinale a spese del ventunenne Gianluca Mager (migliore degli italiani in questa edizione).

L’azzurro, ha al suo fianco Giorgio Galimberti che lo ha aiutato durante il torneo dove è partito dalle qualificazioni. Quella di Mager è una bella storia tennistica, che dovrebbe andare in crescendo a patto che prosegua nel lavoro con serietà e sacrificio. Nicolas Almagro, invece, con la “cambiale” in scadenza della finale raggiunta nel 2015 fa sul serio: perderebbe  i punti Atp se non raggiungesse la finale quest’anno. Un Almagro “centrato” contro il tennista uzbeko Denis Istomin, ha messo a segno 31 punti contro i 20 del “gigante” buono. Un computo che ha permesso allo spagnolo di chiudere la prima partita in 26 minuti. Nella seconda Istomin parte sotto 3-1 ma poi inizia a sbagliare di meno e la partita si riapre. Va addirittura avanti sul 6-5 ma, anche per bravura di Almagro, non riesce a chiuderla. Nel tiebreak lo score è tutto a favore dello spagnolo. E oggi pomeriggio dalle 15 si torna in campo con le due semifinali.
Risultati sing. Quarti di finale Almagro b. Istomin 6/2, 7/6. Janowicz b. Mager 6/4, 6/3.

1 Comment

1 Comment

Scrivi una Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su